25 settembre 2000


Agenzie di stampa

Adnkronos

Agenzia Italia

Ansa

Asca

France Press
Italpress

Reuters


Associated Press


EUROMETEO.COM

Prima Pagina un servizio di Albaria per evidenziare alcuni avvenimenti che corredati da immagini fotografiche potranno essere in seguito pubblicati anche sulla rivista Albaria Magazine

Pubblicazioni
Prima Pagina
1998

Pubblicazioni
Albaria Magazine

Chi Siamo

Copyright 1997 Albaria Magazine
Pubblicazione iscritta il 26/03/1983 al n.10 del Registro della Stampa presso il Tribunale di Palermo Direttore:
Vincenzo Baglione
Tutti i diritti sono riservati
E-mail: albaria@tin.it

 

PAGNOZZI: "LA MEDAGLIA DELLA SENSINI E' STATA LA PIU' EMOZIONANTE"

Proseguono i festeggiamenti per Alessandra Sensini, l'atleta grossetana cresciuta con il circolo Albaria di Palermo. Questa sera alle 20 (ora locale) l'appuntamento e' all'Opera House, dove si svolgera' la cerimonia ufficiale di premiazione. Ma gia' questa mattina il capo delegazione italiano, Raffaele Pagnozzi, ha sottolineato l'importanza della medaglia d'oro conquistata dall'azzurra. Alloro che la vela azzurra non centrava da Helsinki '52. <<Gia' alla vigilia eravamo sicuri della medaglia d'oro di Alessandra - ha sottolineato Pagnozzi - perche' questo e' stato un anno eccezionale per lei. Se non fosse salita sul gradino piu' alto del podio ci saremmo rimasti male. Alla fine, pero', per come sono andate le gare, la sua e' diventata la medaglia piu' emozionante>>. Beffata dalle imprevedibili condizioni atmosferiche, Alessandra e' stata seconda per 10 regate prima di acciuffare l'oro nell'ultima regata. <<Al di la' della mia passione per la vela - continua Pagnozzi - questa competizione credo abbia regalato forti emozioni a tutti. Prima siamo stati a pregare perche' arrivasse un po' di vento, con la tedesca che era avvantaggiata per quei dieci chili in meno, e quando finalmente il vento e' arrivato ci sono stati i colpi di scena dell'ultima regata. Quando sono tornato dall'oro ottenuto nel canottaggio mi hanno detto che Alessandra era in testa, quindi medaglia d'oro. Ho provato a cercarla su qualche Tv, ma appena ci siamo sintonizzati lei era da poco caduta in acqua. E' stata una regata al cardiopalmo. Perche' prima doveva raggiungere la tedesca e poi superarla. E le emozioni sono continuate anche dopo il sorpasso, perche' non si capiva quanto mancava, ne' che distacco c'era>>. I passaggi intorno alle boe, poi hanno sollecitato ulteriormente le coronarie. << Siamo stati a lungo con il fiato sospeso, anche perche' non si capiva quando sarebbe finita. Abbiamo cominciato a festeggiare solo quando si e' buttata in acqua. E' stata grandissima. Ha realizzato un grande slam storico>>.