30 maggio 2005


 

 

Agenzie di stampa

Adnkronos

Agenzia Italia

Ansa

Asca

France Press
Italpress

Reuters

Associated Press

Meteo
WINDGURU


EUROMETEO

 

Prima Pagina
un servizio di Albaria per evidenziare alcuni avvenimenti che corredati da immagini fotografiche potranno essere in seguito pubblicati anche sulla rivista Albaria Magazine

 

 

Albaria Magazine
Pubblicazione iscritta il 26/03/1983 al n.10 del Registro della Stampa presso il Tribunale di Palermo
  Tutti i diritti sono riservati
E-mail: albaria@tin.it



VELA

ITALIA DI BRONZO A MEDEMBLIK GRAZIE AI FRATELLI SIBELLO
I fratelli di Alassio conquistano il terzo posto nella finalissima del 49er, spalle degli inglesi Morrison-Rhodes e degli spagnoli Padron-De La Plaza. Nelle altre classi, positivo il Tornado dei baby Sorrentino-Colombo (15), azzurri assenti invece nel Mistral e nel 470 maschili e femminili, cos come nel Finn e nell'Yngling

di Sara Pira


30/5/2005 Gran finale per la Holland Regatta (ex SPA Regatta, che ha cambiato nome per l'addio dello storico sponsor), uno degli appuntamenti "cult" del circuito delle classi olimpiche per la vela mondiale.
L'Italia torna da Medemblik con una medaglia di bronzo, il terzo gradino del podio stato conquistato con tenacia nella classe 49er dai fratelli Pietro e Gianfranco Sibello, alle spalle degli inglesi Morrison-Rhodes e degli spagnoli Padron-De La Plaza. Interessante e ricco di emozioni il finale con le regate tra i primi sei e quindi tra i primi tre: prima gli azzurri hanno conquistato il diritto di giocarsi i primi tre posti, quindi hanno conservato il bronzo, che li conferma tra i migliori europei della pi acrobatica e spettacolare delle classi olimpiche della vela. Questi i loro piazzamenti: 1-1-6-6-5-1-4-1-6-3-4-8). Per i giovani Vacondio-Gabbi 31 posto finale.

Con gli azzurri assenti nel 470 M ed F, nei Mistral M ed F, nel Finn e nell'Yngling, il miglior risultato stato il 15 posto conquistato dal giovane equipaggio del Tornado dei napoletani Sorrentino-Colombo, in una classifica dominata dai mostri sacri della classe: 1 Echevarri-Paz (ESP), 2 Bundock-Bianchi (AUS) e 3 Booth-Dercksen (NED).

Nelle altre classi prestazioni anonime per gli azzurri: nel Laser vittoria netta dell'australiano Slingsby, davanti allo sloveno Zbogar e al croato Radeliae. 17 Diego Negri. Peggio gli altri italiani: 35 Bottoli, 47 Regolo, 49 Poggi (112 equipaggi al via).
Nel Laser Radial vittoria della francese Sphie De Turckeim, davanti alla inglese Vickers e alla danese Linbjerg. Solo 22 Larissa Nevierov. 46 Bianca Sassetti.
Infine nella classe Star nomi eccellenti ai primi posti, 1 Loof-Ekstroem (SWE), 2 Kusnierevicz-Zycky (POL) e 3 Beadsworth-Cawr (GBR). La prima esperienza in Star dell'inedita coppia Barovier-Colaninno si chiusa con un 19 posto.

Archiviata Medemblik, la vela azzurra delle classi olimpiche riprende il programma dei raduni e delle preparazioni in vista dei campionati continentali e mondiali, e dei Giochi del Mediterraneo (per le classi Laser, Laser Radial, 470 M e Mistral M).



Link correlati:
http://hollandregatta.org